Nato nel 1998 per volontà del professore e avvocato Emmanuele F.M. Emanuele, l’hospice è un luogo ad alta specializzazione nella cura delle persone con malattie cronico-degenerative inguaribili ed è organizzato in modo da garantire il benessere psicologico e relazionale della persona e dei suoi familiari, il comfort ambientale, la sicurezza nell’utilizzo degli spazi, la tutela della privacy e una facile accessibilità. L’hospice, accreditato con il Sistema Sanitario Nazionale, mette a disposizione trenta camere singole di degenza dotate di: letto regolabile elettronicamente con dispositivo di chiamata e luce individuale, servizi igienici attrezzati, telefono, televisore, aria condizionata, frigobar, guardaroba, poltrona letto per gli ospiti.






Al malato e ai suoi familiari è offerta la possibilità di personalizzare la camera con corredi ed oggetti propri. La struttura è dotata di aree comuni, nelle quali ospiti e familiari possono condividere il loro tempo e dove vengono organizzate attività occupazionali; una biblioteca; una palestra per il mantenimento delle capacità residue; un bar-caffetteria; una cappella e uno spazio verde esterno.  Una struttura confortevole nella quale stanze singole e personalizzabili e la disponibilità di spazi dedicati permettono il rispetto della privacy e l’accoglienza delle necessità della persona. Un luogo dove si tutelano i bisogni psicologici di «sicurezza» e di «appartenenza» al proprio nucleo familiare garantendo una elevata qualità dell’assistenza medico-infermieristica e relazioni umane autentiche, indispensabili per favorire il mantenimento di una dignitosa qualità della vita.

Oltre all’assistenza in hospice, il Centro di cure palliative della Fondazione accoglie fino a 120 persone in assistenza domiciliare. 

I servizi di assistenza in hospice e domiciliare non comportano alcun onere per i pazienti.